La guarigione del lebbroso mi offre due atteggiamenti esemplari e due considerazioni. Da una parte un lebbroso anonimo che in ginocchio chiede a Gesù, in umiltà e con fiducia, la guarigione; dall’altra Gesù, che, commosso, chinandosi su di lui, non solo lo guarisce dal male fisico, ma anche lo mette in condizione di farlo rientrare a pieno titolo nella comunità…