L’uomo ricco della parabola è chiuso nel suo piccolo mondo splendente, incapace di guardare oltre. Egli non si accorge di quanto accade fuori della sua vita, tutto compreso nell’autocompiacimento vive lontano e indifferente ai bisogni degli ultimi. Non ha un nome proprio, quest’uomo tanto potente quanto privo di sostanza.