C’è costantemente questa linea sottile in cui metto in gioco la mia (poca) fede. Non sempre la voce del Maestro giunge distinta e limpida. Quando invece parla con la voce dei fatti, delle vicende della vita c’è bisogno di un particolare orecchio, di un’attenzione fine, di un ascolto intimo. Le parole di Gesù hanno costretto i presenti a uscire dal precedente stato di ammirazione…