Luca mette in lista coloro che saranno gli amici intimi di Gesù, i suoi apostoli, e lo fa descrivendo già qualcuno di loro, come se volesse esaltare non tanto la bontà, quanto la particolarità di un Simone che sarà chiamato Pietro, dell’essere coppie di fratelli così definiti, di un cosiddetto Zelota, e di un futuro traditore…