Ciò che mi colpisce del vangelo di oggi è il ragionamento paradossalmente corretto di scribi e farisei, capaci di interpretare la natura di quell’uomo che vedono compiere miracoli e perdonare i peccati. Il ragionamento non fa una piega: solo Dio può perdonare i peccati, perciò Gesù si pone come tale.